Storie & Leggende

Tra amori e antiche contese nacque la leggenda della Bella Pupa, giovane fanciulla del castello. Sanguinose battaglie furono intraprese dai nobili feudatari delle zone limitrofe per conquistare la Bella Fanciulla. Quando le armi ebbero ragione sull’amore, i pupaggesi diedero protezione al vero Amore della Pupa sull’alta torre del Castello.

Gli scontri sanguinosi sono tuttora raccontati tra mito e leggenda, dai vecchi pastori del luogo. Da questa storia nacque il nome di Pupaggi, a ricordo della nobile e bella Pupa.


La storia del Castello

Furono costruite, durante il medioevo nella montagna di Spoleto varie fortificazioni, tra cui il castello di Pupaggi, che si modificò urbanisticamente nei secoli a seguire come una sorte di borgo fortificato per la sua collocazione geografica.

Si possono notare i caratteristici seminterrati risalenti al secolo XI, pienamente recuperati con le loro volte in pietra non squadrate.

Il Castello ebbe importanza anche in epoca recente come residenza di caccia alle battute di Palombe. Per la sua importanza storica e architettonica, è divenuto oggetto di vincolo dal ministero per i Beni e Attività.